Google Tag Manager (GTM)

Google Tag Manager è una piattaforma di gestione dei tag che ti permette di gestire tutti i tuoi codici di tracciamento in un unico contenitore. In questo modo non devi più chiedere agli sviluppatori di inserire librerie Javascript che ti occorrono svolgere il tuo lavoro quotidiano.

Ogni tag è associato ad una particolare libreria e funzionalità come ad esempio: Google Analytics, Google Adwords ecc

Sezione con l'indice di tutti gli articoli pubblicati per questa tecnologia: Articoli su Google Tag Manager (GTM)

Perché dovresti imparare ad utilizzare il GTM?

Prima che il Tag Manager facesse il suo ingresso sulla scena, per ogni strumento che utilizzavi sul tuo sito o blog dovevi inserire un codice javascript che acquisiva i dati e li invia alla piattaforma software che li raccoglieva e te li mostrava. Tendenzialmente i reparti di sviluppo e il reparto marketing viaggiano a velocità differenti con esigenze differenti.

Ecco perché se sei in una media e grande azienda oppure semplicemente vuoi strutturare il tuo lavoro in modo più organizzato dovresti approfondire la tua conoscenza su questa tecnologia.

Il processo, nella maggioranza dei casi, per installare una nuova libreria sul tuo sito è:

  1. Generare il codice javascript
  2. Inviare il codice allo sviluppatore o webmaster del sito
  3. Verficare che il codice inserito comunicasse correttamente con la piattaforma

Questi passaggi dovevi compierli per ogni servizio che decidevi di voler includere sul tuo dominio.

Adesso con l'utilizzo del GTM ti basterà, dalla console di gestione, creare un nuovo TAG e se il servizio non è ancora presente tra quelli integrati puoi creare un tag HTML personalizzato e copiarci il pezzo di codice JS che hai ottenuto dal servizio.

Se vuoi iniziare ad approfondire il discorso ti lascio all'indice degli articoli pubblicati sul mio blog.

Per registrare e creare un nuovo account accedi al seguente indirizzo Registrazione Google Tag Manager

Come si presenta il Tag Manager?

Console di gestione Google Tag Manager

Quando accedi al tag manager si vedono tutti gli account che sono associati e che gestisci, nello stesso modo di Google Analytics.

All'interno dell'account troverai una serie di contenitori con le relative versioni dei contenitori pubblicati, i tag, le regole e le macro.

Panoramica delle sezioni del GTM

Di seguito una breve panoramica di come si presenta il tag manager.

Sezione 1

Nella sezione uno trovi la voce Area di Lavoro che ti porta all'area di lavoro corrente. Subito a fianco hai la voce Versioni, riporta la cronologia dei contenitori pubblicati con il dettaglio di chi l'ha pubblicato e quando è stato pubblicato.

Infine l'ultima voce di menu è quella di Amministrazione da cui potrai amministrare il contenitore, la gestione e i permessi degli utenti e la creazione / rimozione degli ambienti.

Sezione 2

In questa sezione trovi un rapido dettaglio del codice identificativo del contenitore. Le modifiche non ancora pubblicate e quindi in attesa. La possibilità di avviare la modalità Anteprima che ti permette di valutare le modifiche apportate e come queste funzionano sul sito.

È come una modalità debug.

Infine hai il pulsante Invia che ti permette di pubblicare e rendere operative le modifiche al contenitore. Quindi se hai aggiunto dei Tag viene pubblicato quando farai clic su questo pulsante.

Sezione 3

In questa sezione troverai l'indicazione dell'area corrente di lavoro. Se hai configurato più aree di lavoro, ad esempio se ci sono più grupppi che devono apportare delle modifiche al contenitore principale possono lavorare ed eseguire test in modo indipendente, creando una propria area di lavoro. Questo facilita l'organizzazione e la governance del contenitore principale.

Sezione 4

Nella sezione 3 hai tutte le voci operative che ti permettono di creare nuovi tag, attivatori, variabili ed organizzare la struttura delle variabili.

Sezione 5

Infine nella parte di destra trovi l'area in cui vengono riportate le ultime versioni pubblicate del contenitore, chi le ha pubblicate con una breve descrizione delle modifiche apportate

Definizioni e scopi

Che cos'è un contenitore? Qual è il suo scopo?

Un contenitore è un raccoglitore e permette di conservare tutti i tag, le variabili e gli attivatori di una proprietà (sito intenet). Permette, inoltre, di mantenere lo storico delle versioni pubblicate per un più facile ripristino di versioni precedenti.

Che cos'è un tag? Qual è il suo scopo?

Il tag è definisce un riferimento univoco all'interno del contenitore in modo da poter creare, gestire e riconoscere un determinato servizio.

Ad esempio il tag associato alla piattaforma di analisi Google Analytics permette di gestire e configurare il sistema di tracciamento.

Che cos'è una regola? Qual è il suo scopo?

Le regole è una funzione che permette di attivare uno o più tag. Senza una regola che dica quando un determinato tag vada utilizzato all'interno del tuo sito, il tag manager non potrebbe sapere quando attivarlo.

Ad esempio se voglio che Analytics sia attivato su una specifica pagina del mio dominio dovrò includere una regola del tipo:

Condizione: PagePath è uguale a NOME DELLA PAGIN

Che cos'è una macro? Qual'è il suo scopo?

Una macro memorizza un valore di un dato e lo rende disponibile a runtime. Solitamente conserva dati come una variabile del DOM ma anche il valore di una costante o una aspetto specifico di una transazione.

Le macro le utilizzerai praticamente ovunque per fare molte cose.

A questo punto dovresti avere tutte le conoscenze di base per poter affrontare la lettura dei prossimi articoli!

Indice delle risorse su Google Tag Manager